Se sei in cerca di una piastra capelli capace di adattarsi alle TUE specifiche esigenze, sei nel posto giusto.

Che ti interessi un uso domestico o professionale, oggi ti aiuterò a trovare la piastra più adatta adatta per te.

Questo dopo averne provate diverse decine negli anni, di tutti i tipi e in diversi paesi del mondo, oltre che dopo aver chiesto consulenza ad alcuni dei più noti proprietari di saloni in Italia. E i test non finiscono mai!

  • Qual è la migliore piastra per capelli?
  • Dovrei usare piastre in ceramica o titanio?
  • Qual è la migliore piastra per capelli ricci?
  • La piastra fa male / la posso usare tutti i giorni?

Negli anni me ne sono state chieste di tutti i colori e ho deciso di riassumere le risposte in un unico articolo.

Ps: se hai domande o curiosità, non esitare a scrivermi nei commenti in fondo all’articolo. Rispondo sempre volentieri!

In questo articolo infatti troverai:

1) Le migliori piastre per capelli secondo l’esperienza mia e di 5 diversi noti saloni di bellezza italiani

2) Le risposte alle principali domande, con spiegazione il più possibile esaustiva!

Oggi infatti vedremo le migliori piastre per capelli, con una classifica costantemente aggiornata e focalizzata sulle migliori in assoluto e le migliori per rapporto qualità prezzo

Dunque, per aiutare a rendere tutto più semplice, ho selezionato “a mano” e con la maggior cura possibile le migliori piastre per capelli di oggi.

Se ti interessa, ti segnalo che ho anche approfondito con cura qui i migliori termprotettori per capelli. Nel caso tu abbia capelli delicati o stressati può rivelarsi un grande aiuto alla salute della chioma!

Ok. Iniziamo!

Piastra capelli: le migliori di oggi [CLASSIFICA]

8. Babyliss – Digital Sensor

  • piastra capelli babyliss-stTempo di riscaldamento: 20 secondi
  • Tecnologia: piastre in ceramica
  • Larghezza piastra: 2,8 cm
  • Impostazioni di calore: 12
  • Temperatura: 180°C-235°C
  • Spegnimento automatico: 60 minuti
  • Lunghezza cavo: 2 m

Babyliss Digital Sensor è una piastra per capelli professionale nata nel 2019 un po’ sfortunata.

Dico così perché al momento del lancio era evidente che fosse nata come piastra capelli professionale per saloni, o comunque per un pubblico che cercava un prodotto top di gamma.

Al momento del lancio, per intenderci, il prezzo era intorno ai 200 euro.

Dico “sfortunata” perché è una piastra che si è dovuta inevitabilmente “scontrare” con mostri sacri quali la GHD, che ancora oggi ha uno pseudo-monopolio come piastra capelli professionale.

La battaglia sulle vendite ha visto GHD uscirne indenne, mentre Babyliss ha dovuto per forza abbassare le pretese (e il prezzo) tanto che oggi si trova tranquillamente a meno di un terzo di quanto costava al momento dell’uscita.

Io ho avuto modo di provare questa piastra e la ritengo assolutamente una buona piastra per capelli.

Lo scotto che ha dovuto pagare è che fino a qualche tempo fa faceva pagare la novità del Digital Sensor. In pratica si tratta di un regolatore di temperatura, che a seconda della tipologia di capelli regola di conseguenza la temperatura.

La realtà è che il Digital sensor regola solo la temperatura massima: 210°C per capelli fini e 220°C per capelli spessi. Non sono questi 10 gradi a fare la differenza. Comunque, in ogni caso, è meglio averlo che non averlo, soprattutto per chi è alle prime armi.

Nel complesso, la piastra fa un buon lavoro. Liscia molto bene sia capelli ricci che capelli poco mossi.

La pressione fra le piastra anche durante la funzione di blocco è a mio avviso eccellente. I capelli non si incastrano mai e la passata fila liscia e delicata per tutta la lunghezza del capello.

PRO

  • Piastra molto leggera e pratica
  • Design davvero curato ed elegante
  • Molte regolazioni di temperatura
  • Perfetto blocco piastre: non “strappa” mai i capelli
  • Presente pettinino (rimuovibile) per districare/pettinare durante lisciaggio
  • Prezzo crollato rispetto alla data di uscita (200 euro nel 2019)

CONTRO

  • Cavo relativamente corto (2 metri)
  • Funzione “Digital sensor” utile per principianti, inutile per esperte

Conclusioni

Come ho detto all’inizio Babyliss è una piastra di ottimo livello che ha avuto poco successo a causa del prezzo elevato al momento dell’uscita. Nata come piastra capelli professionale, ha introdotto il Digital Sensor, regolatore automatico della temperatura che però ha lasciato perplessi la maggior parte dei professionisti.
Oggi Babyliss propone la piastra a prezzi molto più accessibili, il che la rende senz’altro un’ottima piastra appetibile anche per un uso domestico.

Babyliss – Digital Sensor – Prezzo: 145,00 euroSconto: 51% – Prezzo: 69,90 euro


7. Kipozi – Hair straightener

  • piastra capelli kipoziTempo di riscaldamento: 15 secondi
  • Tecnologia: piastre in titanio
  • Larghezza piastra: 4,5 cm
  • Impostazioni di calore: 3
  • Temperatura: 80°C-230°C
  • Spegnimento automatico: 60 minuti
  • Lunghezza cavo: 2,4m

Kipozi è marchio UK molto noto per le apparecchiature per capelli a prezzi molto contenuti.

La piastra in questione non fa eccezione, ed è probabilmente la migliore piastra capelli economica ad oggi in circolazione.

Questa piastra non può essere paragonata ad una top di gamma, né può essere pensata per un uso professionale. Tuttavia è progettata per garantire un buon comfort, con le lastre fresate per permettere il massimo scorrimento dei capelli senza strappi.

La piastra è in titanio e questo è il punto cruciale della piastra. Permette di raggiungere in pochissimo tempo elevate temperature, ma risulta un po’ meno delicata rispetto ad una piastra in ceramica o a tecnologia infrarossi. Dunque, in questo caso, la consiglio per chiome folte e dai capelli spessi. Meno pratica invece su capelli fini e molto lisci.

La conduzione di calore è regolabile a partire da 80 °C, dunque anche nel caso di capelli molto fini che non vogliamo stressare, basterà applicare temperature contenute (resterei sui 150 °C).

Uno dei maggiori punti di forza del Kipozi è il suo “design ergonomico”. Le piastre sono leggermente inclinate rispetto alle impugnature, il che le renderà più comode da tenere per lunghi periodi di tempo.

Tuttavia bisogna fare attenzione perché alle temperature elevate il calore si distribuisce su tutta la piastra, e anche esternamente le piastre si scaldano molto. Dunque bisogna fare attenzione a toccarle.

PRO

  • Riscaldamento piastre molto veloce
  • Risultati buoni su capelli lisci e poco mossi (ma manteniamo la T non elevata)
  • Molte regolazioni di temperatura
  • Prezzo molto contenuto per la qualità dei risultati

CONTRO

  • Non molto efficace nella messa in piega dei capelli ricci
  • Alle alte temperature le piastre scottano anche esternamente
  • Può capitare che surriscaldi

Conclusioni

Kipozi è la piastra per capelli tra le più vendute al mondo, soprattutto in ragione del prezzo iper competitivo. Oggettivamente è una piastra multiuso in grado di adattarsi a tutti gli usi domestici, quindi se cerchiamo una piastra economica ma efficiente, è senz’altro la scelta top.
Detto questo, non è una piastra capelli professionale. La piega sui capelli spessi e ricci non dura oltre le 36 ore, a volta ha dei leggeri surriscaldamenti e le piastre scottano anche esternamente quando usate alle massime temperature.
Insomma, ideale per un uso occasionale, ma non per un uso ripetitivo e di alto livello.

Kipozi – Hair straightenerPrezzo: 32,90 euro


6. Remington – Silk Straightener

  • piastra-capelli-remington-silkTempo di riscaldamento: 30 secondi
  • Tecnologia: calore ceramico
  • Larghezza piastra: 2 cm
  • Impostazioni di calore: 9
  • Temperatura: 150°C-235°C
  • Spegnimento automatico: 60 minuti
  • Lunghezza cavo: 3m

La piastra Remington Silk è una soluzione ottima per chi cerca una piastra da uso domestico e dal buon rapporto qualità prezzo.

Il design della piastra è molto ricercato, e conferisce all’apparecchio un look davvero professionale e “premium”.

Troviamo 9 impostazioni di calore tra cui scegliere, dunque molto adatta per chi ama regolare la temperatura il più possibile a seconda delle proprie esigenze.

I bordi sono arrotondati, dunque si presta anche come piastra per creare pieghe e boccoli.

La tecnologia optiheat funziona applicando calore ai capelli per uno styling rapido e una piega in grado di durare il più possibile. Per esperienza, una piega con questa piastra durerà circa 24-36 ore.

È presente anche un’impostazione che si chiama PRO che consente di scegliere un’impostazione di calore speciale fino a 230 °C.

Lo One Pass Styling funziona bene. In pratica significa che con una sola passata riusciremo a lisciare e districare i capelli. Sui capelli più ricci, tuttavia, non ho ricevuto feedback troppo positivi per quanto concerne la durata della piega.

PRO

  • Riscaldamento piastre molto veloce
  • Piastre molto sottili che permettono uno styling preciso
  • Piastre arrotondate: può adattarsi a anche per creare capelli mossi
  • Molte regolazioni di temperatura
  • Ottimo rapporto qualità prezzo

CONTRO

  • Tenuta della piega sui capelli più ricci che non supera le 24 ore

Conclusioni

Remington Silk è una piastra per capelli ”slim”, in grado di accontentare tutte colo cercano uno styling preciso e perfetto. I bordi arrotondati, infatti, permettono di usarla sia per lisciare, che per creare del movimento a qualsiasi chioma. Personalmente non ho avuto feedback troppo positivi per quanto concerne coloro che hanno i capelli molto folti e ricci. In questi casi sarà necessario armarsi di più pazienza (e tempo) per svolgere un lavoro professionale.

Remington – Silk StraightenerPrezzo: 44,90 euro


5. Imetec Bellissima – Pro Infrared

  • piastra capelli imetec infrarossiTempo di riscaldamento: 20 secondi
  • Tecnologia: Sistema a raggi infrarossi
  • Larghezza piastra: 3 cm
  • Impostazioni di calore: 11
  • Temperatura: da 130°C a 230°C
  • Spegnimento automatico: no
  • Lunghezza cavo: 2 m

Finalmente un made in Italy!

Imetec Bellissima Infrared è una tipologia di piastra a infrarossi, che una tecnologia IR invece che la classica tecnologia a conduzione “meccanica” del calore.

Per questo è un ferro per capelli perfetto per i capelli più fini e stressati, limitando il rischio di secchezza e fragilità nel lungo termine.

Questa piastra a infrarossi funziona riscaldano i capelli dall’interno verso l’esterno. In questo modo lo strato esterno della cuticola dei capelli è più protetto, con conseguente calore più uniforme e meno danni sulla superficie esterna dei capelli.

L’infrarosso non conduce calore per contatto, ma per radiazione termica, risultando un po’ più delicati dei classici apparecchi ceramici o in titanio.

Gli strumenti per lo styling a infrarossi bloccano anche l’umidità nei capelli stimolando gli ioni negativi per attirare gli oli trovati all’interno del fusto dei capelli sulla superficie.

La piastra in oggetto è composta da 4 piastre singole 12×90 mm e impugnatura con finiture in vera pelle, che trovo molto elegante.

Sottolineo che è una piastra dotata di profilo arrotondato delle piastre che facilita e definisce lo styling mosso.

Inoltre ho apprezzato molto la leggerezza della piastra e la funzione di blocco della temperatura di scelta (fra le 11 selezionabili), che impedisce di cambiarla inavvertitamente.

Risultati molto buoni sia su capelli lisci che per creare capelli mossi, anche se in quest’ultimo caso bisognerà avere un po’ più di pazienza e usare le temperature più elevate.

PRO

  • Tecnologia a infrarossi adatta a capelli stressati o fini
  • Riscaldamento piastre veloce
  • Piastre arrotondate: può adattarsi a anche per creare capelli mossi
  • Molte regolazioni di temperatura
  • Protezione termica
  • Made in Italy

CONTRO

  • Manca di spegnimento automatico
  • Tempi di stiratura più lunghi rispetto alle top di gamma

Conclusioni

Imetec Infrared è una piastra per capelli made in Italy che compete con le top di gamma, alla metà del prezzo.
La tecnologica a infrarossi mi piace molto, ed è perfetta per chi ha i capelli più delicati e fini. Le piastre sono arrotondate e dunque si adatta anche per fare leggeri boccoli o capelli mossi.
La velocità con cui si riescono a piastrare i capelli risente un po’ della tecnologia infrarossa, ma per coloro che hanno capelli sottili per me è la scelta migliore per qualità prezzo.
Per capelli spessi o molto ricci, passerei a piastre più performanti.

Imetec Bellissima – Pro Infrared – Prezzo: 89,99 euroSconto: 29% – Prezzo: 63,99 euro


4. Upgrade – Piastra Infrarossi

  • piastra-capelli upgrade infrarossiTempo di riscaldamento: 30 secondi
  • Tecnologia: Sistema a raggi infrarossi
  • Larghezza piastra: 2,5 cm (Slim) o 5 cm (XL)
  • Impostazioni di calore: 5
  • Temperatura: da 130°C a 230°C
  • Spegnimento automatico: 60 minuti
  • Lunghezza cavo: 2 m

Upgrade concept è un’azienda italiana specializzata in prodotti professionali per la bellezza. Grande attenzione è data al contenuto tecnologico dei suoi prodotti, e la piastra a infrarossi è senz’altro uno dei loro apparecchi più riusciti.

La tecnologia a infrarossi è una metodologia di piastrare i capelli recentissima, ancora oggi non conosciuta da diversi professionisti.

I raggi infrarossi penetrano e agiscono in profondità permettendo di ottenere uno styling professionale in tempi decisamente brevi. Questa tecnologia utilizza dei raggi IR in grado di penetrare nel capello in maniera uniforme, senza rischiare di avere zone con eccessi di calore.

Il risultato è una chioma liscia in poche passate, e che non rischia di scottarsi per eccessi di calore da “contatto”. A mio avviso, l’infrarosso nelle piastre è una tecnologia che prenderà sempre più piede.

Le piastre di supporto sono rivestite in ceramica, mentre le temperature sono visualizzate su un display digitale di facile lettura e vanno da 130 a 230 °C.

È importante ricordare di iniziare prima con una temperatura più bassa e aumentare il calore solo se necessario per prevenire danni ai capelli. La tecnologia di riscaldamento di ti consentirà di acconciare in pochissimo tempo e, quando hai finito, la piastra per capelli può essere riposta nella sua custodia da viaggio resistente al calore.

Ricordo che la piastra di può trovare o slim, con larghezza delle piastre da 2,5 cm oppure XL, con larghezza da 5 cm.
Le piastre larghe sono utili per chi vuole velocizzare i tempi e ha ricci molto visibili, ma potrebbero risultare scomode nel caso si volessero creare acconciature mosse e styling particolari.

È una tipologia di piastra che a me piace molto, e che ritengo ideale per chi ha i capelli più lisci o fini, perché garantisce una regolazione della temperatura eccellente.

Un po’ meno bene invece la tenuta della piega, che per chi ha capelli molto ricci o molto spessi non supererà mai le 36-48 ore. Mi sarei aspettata le classiche 72 ore di messa in piega, in linea con le altre TOP di gamma in classifica.

Resta comunque la migliore piastra capelli professionale a tecnologia infrarossi a mio avviso attualmente sul mercato. Ottima.

PRO

  • Possibilità di scelta larghezza piastre: 2,5 o 5 cm
  • Tecnologia a infrarossi adatta a non stressare il capello
  • Riscaldamento piastre molto veloce
  • Ottimo potere lisciante su capelli fini
  • Eccellente capacità di regolazione delle temperature
  • Spegnimento automatico
  • Protezione termica

CONTRO

  • Piuttosto costosa
  • Messa in piega non duratura su capelli spessi o molto ricci

Conclusioni

Come ho detto in precedenza, è la piastra capelli perfetta per chi ha capelli fini, deboli o stressati.
La tecnologia a infrarossi è particolarmente delicata e riesce a non intaccare l’umidità interna del capello. Unica vera pecca la tenuta della piega, che mi ha convinta relativamente poco. È buona in termini assoluti, ma limitata per una top di gamma. Massimo 48 ore (ma spesso meno) per capelli molto ricci. Molto meglio invece su capelli fini e poco mossi.

Upgrade – Piastra InfrarossiPrezzo: 119,00 euro


3. Ghd – Glide Hot Brush

  • spazzola lisciante ghd-brushTempo di riscaldamento: 90 secondi
  • Tecnologia: calore ceramico
  • Larghezza piastra: 2,5 cm
  • Impostazioni di calore: 1
  • Temperatura: 185 °C
  • Spegnimento automatico: 60 minuti
  • Lunghezza cavo: 2,7 m

In tantissime mi chiedono una spazzola lisciante, ma poi si lamentano del poco volume dei capelli. È per questo che mi sono decisa di aggiungere questa spazzola lisciante alla classifica sulle piastre liscianti.

GHD è un marchio leader nel mondo per quanto riguarda la fabbricazione di piastre per capelli di alto livello, e anche in questo caso non si smentisce.

Gilde Hot è senza dubbio una delle migliori spazzole liscianti in assoluto per un uso professionale. Facile da maneggiare, sicura da usare e in grado di affronta facilmente l’effetto crespo.

GHD Gilde è la soluzione che consiglio in maniera spassionata a tutte coloro sono in cerca di una piastra lisciante, pur mantenendo un minimo di volume (ed eventualmente movimento) dei capelli!

Funziona molto semplicemente. Presenta denti in ceramica di diversa lunghezza che scaldano a 185 ° C. Quando i capelli scivolano attraverso i denti, il calore snoda le ciocche e l’effetto crespo in un istante. Questa spazzola lisciante presenta setole più corte e più lunghe ad alta densità per acconciare sezioni di capelli più grandi, assicurando che anche le radici ottengano il pieno effetto.

PS: no, non scotta il cuoio capelluto! La spazzola lisciante ha i vertici dei denti isolati termicamente, dunque non scotterà il cuoio capelluto anche se lo tocchiamo con le punte della spazzola!

Per esperienza, capelli lunghi fino alle spalle, se molto crespi, si riescono a lisciare in circa 5-10 minuti.

Questa spazzola lisciante rende veramente il massimo se cerchiamo volume per i capelli: basta usarla come faresti con una spazzola normale mentre asciughi i capelli e ta-daaaa! Posso quasi garantire che troverai qualcuno durante la giornata che ti chiederà se sei appena stata dal parrucchiere.

So anche che ci sono molte donne che usano questo tipo di spazzola per asciugare i capelli al posto del phon.
Non c’è nulla di male nel farlo, perché i capelli non si rovinano se viene usata non oltre le 2-3 volte a settimana. Alcune lo fanno per evitare il rumore del phon, per esempio la mattina presto.
Personalmente, comunque, eviterei di usarla per asciugare i capelli. Il phon raggiunge temperature più basse e dunque stressa un po’ meno i capelli. Inoltre nasce come apparecchio da usare su capelli asciutti, dunque il bagnato non è il massimo.

PRO

  • Molto facile da usare
  • Ideale per lisciare i capelli mantenendo un ottimo volume della chioma
  • Ottima capacità di districare anche i capelli più crespi, ricci e annodati
  • Punte isolate termicamente, non scotterà il cuoio capelluto
  • Spegnimento automatico

CONTRO

  • Riscaldamento spazzola più lento della media
  • Messa in piega non duratura come quella di una piastra capelli
  • Lascia i capelli leggermente mossi

Conclusioni

Lo so, non è una piastra lisciante, eppure so per esperienza che si tratta dell’apparecchio adatto a molte delle lettrici.
La spazzola lisciante GHD è un prodotto efficiente, facile da usare, e che durerà una vita.
È l’apparecchio ideale per chi vuole districare i capelli ad una temperatura ottimale (185 °C, fissi) evitando una pettinatura troppo “piatta”. Infatti in poche passate avremo una chioma ordinata, ma volumizzata (e leggermente mossa). In pochi minuti agirà su qualsiasi tipo di capelli, lisci, crespi o super ricci.

Ghd – Glide Hot BrushPrezzo: 140,00 euro


2. Cloud Nine – The Wide Iron

  • piastra capelli cloud-nineTempo di riscaldamento: 20 secondi
  • Tecnologia: calore ceramico
  • Larghezza piastra: 2,5 cm
  • Impostazioni di calore: 7
  • Temperatura: da 100 °C a 200 °C
  • Spegnimento automatico: 30 minuti
  • Lunghezza cavo: 2,6 m

Cloud Nine è l’azienda concorrente nr 1 di GHD, entrambe basate in UK e nate dallo stesso fondatore, Robert Powls, che dopo aver venduto le sue quote di GHD rifondò poco dopo una nuova azienda sempre di piastre per capelli. Appunto, Cloud Nine.

Wide Iron di Cloud 9 è a mio avviso la migliore piastra per capelli per chi ha i capelli più folti e ribelli. Due piastre larghe 2,5 cm consentono un rapido lavoro di raddrizzamento e styling, mentre un tempo di riscaldamento di 20 secondi e una funzione di spegnimento automatico di 30 minuti aiutano l’utilizzo quotidiano senza troppi pensieri.

Le impostazioni di temperatura sono 7 e vanno da 100 ° C a 200 ° C. Sono integrate nella coppia piastre, in modo da poter adattare il calore alle esigenze individuali e al tipo di capelli, il tutto ottenendo un risultato perfettamente liscio in tempi veramente rapidi (e soprattutto anche su capelli super ricci!).

Nella confezione è inclusa una custodia resistente al calore con protezione termica protettiva in modo da permettere di riporla via quando ancora calda.

Le piastre di Wide Iron di Cloud 9 utilizzano una tecnologia a rivestimento minerale. In questo modo riescono ad aggiungere lucentezza ai capelli, impedire che i capelli si secchino e sigillare lo strato di cuticola senza danneggiare il capello. In definitiva ciò previene danni alla struttura naturale dei capelli e blocca l’umidità all’interno del capello.

Nel complesso si tratta di una piastra capelli al top della gamma, che si confronta alla pari delle migliori GHD.
In questo caso è favorita la regolazione delle temperature, anche elevate, riuscendo a garantire risultati eccellenti anche su capelli molto ricci. La consiglio proprio a chi ha i capelli più spessi e difficili da trattare. Fra tutte, questa è una piastra per capelli professionale in grado di stirare velocemente (e bene) qualsiasi tipo di capello.

PRO

  • Riscaldamento piastre molto veloce
  • Eccellente potere lisciante anche su capelli molto ricci
  • Eccellente tenuta della piega
  • Affidabilità della componentistica elevata
  • 7 diverse impostazioni di temperatura
  • Spegnimento automatico
  • Protezione termica

CONTRO

  • Costosa

Conclusioni

Cloud Nine segue le orme di GHD e non potrebbe fare altrimenti visto che il fondatore è lo stesso.
Wide Iron è una piastra capelli professionale specializzata nel garantire lucentezza e capelli lisci anche per le chiome più ostinate e ricche di ricci.
Eccellente anche la tenuta della
piega, che può superare i 3 giorni. Oggettivamente il prezzo è alto, ma è una piastra per capelli che si rivolge soprattutto ad un pubblico professionale.

Cloud Nine – The Wide Iron – Prezzo: 190,00 euroSconto: 22% – Prezzo: 149,00 euro


1. Ghd Gold – Professional Styler

piastra capelli professionale ghd

  • Tempo di riscaldamento: 25 secondi
  • Tecnologia: calore in ceramica
  • Larghezza piastra: 2,5 cm
  • Impostazioni di calore: 1
  • Temperatura: 185 °C
  • Spegnimento automatico: 30 minuti
  • Lunghezza cavo: 2,7 m

Ghd Gold Professional Styler ad oggi è ancora LA piastra per capelli professionale nel mondo.

Sponsor ufficiale del Victoria’s Secret Fashion Show, questa piastra è stata celebrata da personaggi come Victoria Beckham, Madonna, Gwyneth Paltrow, e Jennifer Aniston.
Marketing a parte, va detto che l’azienda in sé sarebbe anche piccolina e la fortuna deriva dalle effettive qualità del prodotto.

Il marchio GHD è fra i preferiti dagli styler professionisti per la sua affidabilità, risultati brillanti e assenza dell’effetto crespo. De resto, solo perché non metteremo piede sul tappeto rosso non significa che non possiamo avere capelli trattati come quelli delle celebrità!

GHD Gold è una piastra capelli professionale che ben si adatta anche alle esigenze domestiche, perché garantisce la totale assenza di effetto crespo, una distribuzione del calore uniforme e una facilità di utilizzo atipica per un prodotto così tecnologico.

Questa in ogni caso è senz’altro una piastra capelli di fascia alta che nasce per professionisti, e il prezzo lo riflette. Tuttavia uno strumento del genere è un investimento che durerà anni e che si gode soprattutto se usiamo la piastra diverse volte a settimana.

Vediamo le caratteristiche tecniche.

Come abbiamo visto, il controllo della temperatura è in genere una buona cosa da avere in una piastra per capelli. Tuttavia se non usato con attenzione può causare danni ai capelli se si mantiene la temperatura troppo alta. GHD Gold elimina la possibilità di qualsiasi errore dell’utente, operando esclusivamente a 185 °C. Questa è la temperatura ottimale per la maggior parte dei tipi di capelli, in grado di garantire risultati lisci senza danneggiare i capelli. Le piastre in ceramica rivestite come questa si riscaldano rapidamente e mantengono una temperatura uniforme, eliminando anche la possibilità di eventuali punti troppo caldi e dannosi per i capelli.

Le piastre fluttuanti sono sagomate con bordi lisci, quindi non dovrai preoccuparti che i tuoi capelli si impiglino mentre la usi.

Una “chicca” è anche il tensionamento universale dell’apparecchio, che le permette di adattarsi a qualsaisi alimentazione. Utile per chi viaggia spesso. Dispone inoltre di un cavo da 2,7 metri generosamente lungo con rotazione a 360 gradi per evitare grovigli.

Leggendo un po’ anche su internet ho notato che la maggior parte delle utilizzatrici elogia quanto velocemente si riscalda, l’efficacia su capelli crespi e l’affidabilità nel tempo dello strumento. Alcune recensioni ho letto che hanno ritenuto che fosse troppo costosa e non apprezzavano la mancanza di controllo che avevano sull’impostazione della temperatura.

Dal mio punto di vista quest’ultimo punto va molto a seconda delle esigenze. Mentre coloro che hanno capelli molto fini possono trovare l’impostazione a 185 gradi poco calda, la mancanza di impostazioni diverse, in questo caso, serve a prevenire danni ai capelli.

PRO

  • Riscaldamento veloce e uniforme
  • Ottima tenuta della piega
  • La tecnologia del calore in ceramica conferisce una finitura professionale
  • Modalità di sospensione automatica
  • Piastre non sagomate adatte anche a creare capelli mossi
  • Molto semplice nell’utilizzo (unica temperatura di utilizzo)

CONTRO

  • Piuttosto costosa
  • Temperatura non regolabile
  • Leggermente meno performante su capelli spessi e molto ricci

Conclusioni

GHD, acronimo di Good Hair Day è un brand internazionale (che ha sede in UK), che ha avuto con la sua piastra un successo davvero travolgente.
A mio avviso quella che abbiamo visto è una eccellente piastra “tutto in uno”. Potrebbe non andare bene a chi vuole regolare la temperatura a proprio piacimento, o a chi ha capelli ricci e ribelli (perché, appunto, vuole aumentare la temperatura di lavoro). Resta comunque uuna piastra capelli professionale creata per durare negli anni e in grado di adattarsi bene a qualsiasi esigenza, sia domestica che da “salone”.
Non a caso, la più usata e conosciuta al mondo.

Ghd Gold – Professional StylerPrezzo: 199,99 euroSconto: 24% – Prezzo: 149,00 euro


Piastra per capelli: guida alla scelta

Ricorda, quando scegli la migliore piastra per capelli, al di là di quello che diranno i vari guru del web, la cosa più importante è imparare a valutare il proprio tipo di capelli.

Piastra per capelli guida
Usare un pettine prima di passare la piastra per capelli aiuta a districare i nodi e distribuire il calore in maniera uniforme su tutti i capelli. E’ un trucco fondamentale per velocizzare il processo!

Non esistono chiome uguali, dunque la piastra che fa miracoli sulle belle trecce della tua migliore amica potrebbe essere completamente inutile sul tuo tipo di capelli leggermente mosso. Fortunatamente, esistono diverse piastre per capelli, in grado di adattarsi a qualsiasi esigenza.

Come abbiamo visto alcune forniscono impostazioni di calore più elevate e piastre larghe per affrontare i capelli ricci, mentre altre hanno piastre in ceramica e opzioni per impostazioni a basso calore che si adattano meglio a capelli fini facilmente danneggiati.

Il tuo tipo di capelli dovrebbe essere la prima cosa da considerare prima di acquistare una piastra per capelli per assicurarti di acquistarne una che ti darà i migliori risultati.

Durante la selezione delle migliori piastre per capelli ho preso in considerazione tutti i possibili aspetti, oltre che letto le recensioni anche di innumerevoli clienti, per capire se mi trovavo in accordo o meno con tali opinioni.

Sappi che più efficiente è la piastra capelli, migliore è per la salute generale dei tuoi capelli. In secondo luogo, le piastre per capelli hanno fatto molta strada anche solo nell’ultimo decennio, quindi anche se, certo, ci sono alcune piastre ottime anche degli anni passati, la tecnologia in questo settore è migliorata radicalmente.

Piastra capelli: le domande più frequenti

È meglio una piastra per capelli in Titanio o in Ceramica?

Un tipo di capello spesso richiede più calore e quindi è più adatto a piastre in titanio. I capelli fini sono adatti invece a piastre in ceramica, perché raggiungono temperature meno elevate e stressano meno il capello. Se hai i capelli danneggiati o tinti, ovviamente hai bisogno di umidità e minore conduzione di calore, quindi meglio la ceramica.

Perché? Le piastre in titanio si riscaldano più velocemente e di solito possono raggiungere temperature molto più elevate rispetto alle piastre in ceramica, rendendole la scelta migliore per raddrizzare i capelli ruvidi, ricci o crespi. Tuttavia le temperature più elevate portano a più danni, quindi se i tuoi capelli sono fini, ondulati o semplicemente facili da raddrizzare, usa una piastra in ceramica (spesso combinata con piastre di tormalina), che distribuisce il calore più uniformemente a basse temperature stressando meno il capello.

La piastra per capelli a infrarossi fa meno male ai capelli?

Una piastra capelli a infrarossi con piastre in ceramica permette un riscaldamento rapido e uniforme. È un tipo di piastra efficace nel ridurre l’effetto crespo se hai i capelli sottili o molto folti. Inoltre l’infrarosso penetra i capelli a una temperatura più bassa, asciugandoli dall’interno verso l’esterno. Questo approccio è sicuramente più delicato e adatto ai capelli più fini e stressati.

Qual è la piastra più usata nei saloni?

La piastra più usata al mondo per un utilizzo professionale è la GHD. In Italia tuttavia vedremo molte varianti, spesso incroceremo le Imetec di alto livello. Ricorda che una piastra professionale, al di là delle caratteristiche tecniche performanti deve avere sempre un cavo di almeno 3 metri.

Posso usare la piastra capelli tutti i giorni?

Teoricamente possiamo usare la piastra capelli tutti i giorni senza il rischio di danneggiare i capelli. Se però i capelli dovessero mostrare secchezza – per esempio se diventano crespi o perdono lucentezza – potrebbe essere necessario calare la frequenza. Solitamente la frequenza consigliata della piastra è di circa 2 o 3 volte a settimana.

La piastra per capelli fa male?

L’uso quotidiano di una piastra per capelli può danneggiare i capelli, in particolare se i nostri capelli sono particolarmente secchi e fini. Il calore asciuga i capelli, rendendoli più vulnerabili alle doppie punte e alla rottura, ma questo vale per frequenze di utilizzo molto elevate.

Quali piastre usano i professionisti e i saloni?

Le piastre in titanio sono la scelta più popolare sia nei saloni che nei kit professionali per parrucchieri, ma ciò non significa necessariamente che siano i migliori per il tuo tipo di capelli. Indipendentemente dalla piastra che scegli, mantieni il calore basso (la temperatura più bassa e più sicura possibile per lisciare ancora i capelli). In questo modo limiterai i danni in ogni caso.

Qual è la dimensione ideale di una piastra per capelli?

In generale, più lunghi sono i capelli, più grande dovrebbe essere la piastra da usare, anche se può risultare difficile fare delle pieghe. Per lisciare i capelli super lunghi, è ideale una piastra larga almeno 3 cm. Per uno stile di precisione, invece, meglio preferire le piastre più sottili. Se stai cercando uno strumento adatto a qualsiasi uso, le piastre classiche da 2,5 cm andranno benissimo.

Piastra per capelli: i consigli del parrucchiere!

Una piastra capelli di buona qualità durerà per anni e soprattutto sarà in grado di proteggere i capelli da inutili eccessi di calore e di stress.

Una piastra per capelli è uno styler versatile che può essere usato non solo per lisciare, ma anche per muovere l’acconciatura e persino dare volume!

Ma cosa guarda un professionista al momento della scelta di una piastra per capelli?

  1. Scegli la forma giusta

Potresti pensare che una piastra per capelli debba semplicemente essere piatta. Tuttavia i bordi di questi strumenti per capelli possono influire sulla loro versatilità. Se il bordo della piastra capelli è leggermente arrotondato, sarà più facile trasformare la piastra in uno strumento arricciacapelli. Una piastra per capelli con bordi spigolosi o “affilati” è meno adattabile, ma andrà benissimo per capelli perfettamente lisci.

  1. Considerare la larghezza della piastra

Più sono larghe le piastre, più velocemente sarai in grado di lisciare i capelli. Naturalmente, se prevedi di viaggiare con una piastra da capelli in valigia, avrai bisogno di piastre leggermente più strette che possano essere facilmente trasportabili. Le piastre particolarmente larghe (da 3cm di larghezza a salire) sono sconsigliate anche a coloro che hanno capelli troppo sottili, perché possono provocare portare ad un eccesso di calore.

  1. I materiali delle piastre capelli

Non focalizzarti nella scelta dei materiali, ma piuttosto considera le esigenze dei tuoi capelli:

Le piastre in titanio si riscaldano rapidamente, applicando temperature più elevate in modo più uniforme. Queste piastre tendono ad essere più costose e solitamente sono usate o per lisciare capelli molto ricci e ispidi o dai professionisti che devono ottenere il massimo risultato nel minor tempo possibile.

Le piastre in ceramica uniscono controllo della temperatura ad una buona efficacia, offrendo calore uniforme per la maggior parte delle trame dei capelli. Alcune piastre, tuttavia, sono solo rivestite in ceramica. Nel corso del tempo, la ceramica si consuma, lasciandoti con un ferro che distribuisce il calore in modo irregolare o non funziona affatto.

Le piastre di tormalina sono ottime per i capelli danneggiati. Talvolta chiamate “piastre ioniche”, queste piastre producono più ioni negativi che positivi, riducendo l’effetto crespo e sigillando il fusto del capello.

  1. Pensa alla temperatura

Il calore elevato significa una stiratura più rapida ed efficace, ma non tutti i tipi di capelli hanno bisogno delle piastre più calde. Per ridurre i danni ai capelli, prendi in considerazione una piastra capelli che offra impostazioni regolabili, quindi parti dall’impostazione di calore più bassa e, aumentandola man mano, cerca di capire a quale temperatura riesci ad ottenere i risultati desiderati.

Una piastra capelli economica spesso si riscalda in modo non uniforme, risultando in una trasmissione di calore irregolare e potenzialmente anche bruciando sezioni dei capelli. Le piastre più avanzate tecnologicamente hanno dei sensori di temperatura lungo tutta la piastra, assicurando che il ferro sia uniformemente caldo e in grado di modellare i capelli senza surriscaldarsi.

  1. Impara a riconoscere la differenza tra prezzo e valore

È facile lanciarsi nel negozio e acquistare la prima piastra economica che vedi. Se lo fai, probabilmente ti ritroverai a fare di nuovo la stessa cosa qualche mese dopo, te lo assicuro. Tuttavia i capelli potrebbero essersi seriamente rovinati nel frattempo!

Il problema con le piastre per capelli di bassa qualità è che rischiano di avere zone di temperatura non uniformi e dunque danneggiare alcune zone dei capelli. Per questo preferisco sempre consigliare prodotti mediamente di elevata qualità. Ne guadagneremo una piastra che dura anni, ma soprattutto ne guadagneranno in salute in nostri capelli!


Ecco dunque TUTTO quello che c’è da sapere nella scelta corretta di una piastra per capelli.

La classifica viene costantemente aggiornata, dunque troverai sempre i prodotti migliori del momento

Se ti rimangono dubbi, curiosità o hai domande da farmi io sono disponibile qui sotto nei commenti. A presto!

Federica
La cosmetica raccontata ad una amica, ma con rigore scientifico. La mia aspirazione è di aiutare a districarsi nel mondo cosmetico, distinguendo fra risultati reali e semplici slogan pubblicitari. Per questo mi avvalgo della costante consulenza e collaborazione di professionisti e saloni fra Roma e Milano. Ciao! Sono Federica. Lavoro nel settore delle biotecnologie da quando ho preso la laurea in biologia, e aiuto ogni giorno centinaia di persone a scoprire il meglio e il peggio fra gli ingredienti di tutti i prodotti proposti nel mercato della cosmetica. Ogni articolo sarà imparziale, sincero e curioso su ogni novità del momento. Il tutto, scritto come se fosse il nostro, e il tuo, diario. Benvenuta su beautydiary.it!
Commenti
Notificami
guest
8 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Barbara
Barbara
3 mesi fa

Ciao Federica, ti ho trovata per caso navigando su internet alla ricerca della “piastra ideale”.
Ho letto quanto hai scritto e concordo sul fatto che è molto importante mettere al primo posto la salute dei nostri capelli.
Io ho un taglio corto (non cortissimo), capelli fini e colorati (ho 50 anni e qualche capello grigio). A volte durante l’asciugatura tendono ad avere un falso mosso sulle punte quindi vorrei acquistare una piastra che mi permetta di lisciare i capelli senza però danneggiarli.
Tu che tipo di piastra mi consigli?
Grazie ^_^

Barbara
Barbara
2 mesi fa
Reply to  Federica

Ciao Federica.
Ho visitato il sito di entrambe le due marche che mi hai consigliato ma ovviamente ci sono vari modelli e mi sono persa.
Potresti per cortesia restringere il campo? Voglio dire indicarmi tra GDH o Cloud Nine il modello che fa più al caso mio?
Grazie a presto

Letizia
Letizia
5 mesi fa

ciao, intanto complimenti non solo per questo articolo ma per tutto il sito! L’ho trovato un po’ per caso ed è stato amore a prima vista!!! Purtroppo oggi in rete è difficile trovare un aiuto “sincero” nella scelta di un cosmetico o di una crema senza che dietro non ci sia il controllo delle aziende produttrici. Ho letto diversi articoli, alcune conferme 🙂 – molti spunti interessanti e qualche acquisto su amazon che non vedo l’ora di provare! Per quanto riguarda le piastre vorrei chiederti un parere sui modelli Farouk Chi. in particolare due piastre che ho trovato su amazon:… Leggi il resto »

Letizia Sablone
5 mesi fa
Reply to  Federica

Al ‘Trump’ mi avevi già convinta! Perfetto…prenderò la Cloud Nine di Wide Iron. Grazie 😊